Rifiuti in mare, i dati dell’Ispra

Con i rifiuti abbiamo toccato il fondo e il 75% è di plastica. Al Palazzo dei Congressi di Roma il 9 ottobre 2019 Ispra ha presentato i risultati dei monitoraggi condotti nei nostri mari in collaborazione con Arpa Liguria e i dati non sono affatto confortanti. La situazione varia da area ad area e in base alle zone monitorate: nei fondali rocciosi, dai 20 ai 500 m di profondità, le concentrazioni più alte di rifiuti si rilevano nel Mar Ligure (1.500 oggetti per ogni ettaro), nel golfo di Napoli (1.200 oggetti per ogni ettaro) e lungo le coste siciliane (900 oggetti per ogni ettaro).

E in superficie la situazione non migliora: le quantità di macroplastiche rinvenute raggiunge una densità media che oscilla tra il 2 e i 5 oggetti flottanti per km2, mentre la densità media delle microplastiche è compresa tra 93.000 e 204.000 microparticelle per km2.

Leave A Reply