Parlamento europeo: approvata in via definitiva la Direttiva contro la plastica monouso

Il 21 maggio scorso il Consiglio EU ha messo definitivamente al bando la plastica usa e getta, imponendo agli Stati membri il divieto di vendita di una serie di articoli in plastica come piatti, posate e cannucce. Sebbene gli Stati comunitari abbiano due anni per recepire la Direttiva nel loro diritto nazionale e le misure imposte verranno messe in atto con gradualità, si tratta di una decisione veramente epocale.

Oltre a stoviglie e bicchieri, addio dunque anche bastoncini per palloncini, miscelatori per bevande, sacchetti in plastica di ogni genere, imballaggi e contenitori per cibo in polistirolo espanso. Entro il 2025 bisognerà ridurre il consumo dei prodotti in plastica monouso per i quali non esistono alternative del 25% (p. es. scatole monouso per hamburger, contenitori alimentari per dessert e gelati), mentre per le bottiglie delle bevande si prevede l’obbligo di fissare tappi e coperchi ai recipienti fino a tre litri e una raccolta a parte, praticamente esclusiva, per arrivare a un riciclo al 90%.

Filtri di sigaretta e attrezzi da pesca smarriti, che costituiscono gran parte dell’inquinamento marino, dovrebbero essere ridotti sempre di più fino all’80%, percentuale attesa per il 2030. Inoltre, gli Stati membri dovranno garantire che sia i produttori di tabacco sia i produttori di attrezzi per la pesca contenenti plastica si facciano carico dei costi di raccolta, trasporto e trattamento dei rifiuti da loro prodotti.

Leave A Reply